I Servi di Tuonetar: la Colonna Sonora e il romanzo

Siamo abituati ad ascoltare musica in continuazione. Alla radio, in TV, come colonna sonora al cinema, in auto o nelle sale da ballo, in discoteca, ai concerti, nei videogames. Ma quando pensiamo a un romanzo, siamo mai tentati da una colonna sonora? Non so voi, ma io sì, ci penso eccome. Al punto che, mentre scrivo o penso a cosa scrivere, specialmente mentre guido, immagino le scene in relazione alla musica. Mi creo delle playlist e le ascolto, visualizzando le scene come fossero in un film. Talvolta torno indietro sullo stesso brano più volte, se penso mi stia sottolineando particolarmente bene una scena.

MUSICA E ROMANZI

Creo playlist tematiche (ad esempio "atmosfere cupe" o "battaglie" e così via) e altre playlist miste, adatte a pensare mentre guido l'auto.

Mentre scrivevo "I Servi di Tuonetar", ad esempio, ascoltavo una delle mie playlist preferite sin dai tempi de "Il Signore dei Corvi" e gli altri volumi del ciclo "La Vendetta dell'Immortale".

Se siete curiosi di ascoltare la musica che mi ha ispirato, ne ho raccolto diversi brani (in ordine casuale) qui, su Soundcloud:

https://soundcloud.com/wmachine/sets/i-servi-di-tuonetar

Grandemente basata sulle colonne sonore dei videogame, come quelle magnifiche dedicate a World of Warcraft, composte da grandi nomi come Derek Duke, Jason Heyes, Neal Acree, David Arkenstone, Russell Brower e Tracy Bush, mi aiuta davvero a ricostruire ambienti e scene in cui far muovere i miei personaggi.

Lo ammetto: gran parte del lavoro preliminare viene fatto ascoltando musica.

A volte anche quando compongo specifiche parti mi creo playlist che ascolto mentre scrivo.

E' stato il caso delle scene di battaglia de "La Guerra di Storsen", per cui avevo composto una playlist specifica ("guerra") che ricorcolava in un loop eterno mentre scrivevo.

LA COLONNA SONORA

PER ROMANZI E FUMETTI

La musica, specialmente quella da Colonna Sonora, è essenziale, nella mia vita creativa, sia da scrittore che da musicista.

Questo fattore ha influenzato la mia vita musicale. Ecco infatti che coi "miei" The Wimshurst's Machine (siamo in otto, e abbiamo avuto diversi guest star negli anni, ecco perché "miei" è tra virgolette) negli ultimi tempi abbiamo incrementato le colonne sonore. Se già gli album in studio erano tutti dei "Concept album" con temi specifici sin dall'inizio (i più famosi dei quali furono "The Alchemist" del 2005, ripubblicato rimasterizzato in "Remaster" nel 2007) e "Time Traveller", del 2007 e ripubblicato rimasterizzato nel 2013), negli ultimi anni ci siamo dedicati sempre più spesso alle colonne sonore di progetti specifici.

Il primo è nato quasi per caso, con il mio coinvolgimento nella serie "Trainville" (ho partecipato come scrittore con due romanzi brevi a quattro mani con Alain Voudì). Il mio entusiasmo fu così alto che realizzammo anche un EP di 4 brani (tre "vecchie glorie" dei TWM e un inedito che prende il nome proprio dalla serie) come colonna sonora dedicata al ciclo di romanzi. Elettronica, musica western e nativo-americana ne sono il tema.

Ecco qui un articolo di Fantascienza.com che ne parla:

http://www.fantascienza.com/19391/la-colonna-sonora-di-trainville

Il secondo è stato qualche mese dopo: "Mondo9", la serie di fantascienza di Dario Tonani. Avendo ascoltato il lavoro fatto per "Trainville", l'autore buttò lì quasi per scherzo "ma perché non ne facciamo una per Mondo9?".

Non me lo sono fatto ripetere e così ne è nato un EP di 9 brani (non potevano che essere nove) composto dai TWM. In questo album si trova elettronica mista a suoni provenienti da ambienti meccanici, per creare atmosfere accattivanti, inquietanti ma ascoltabili sia in lettura che mentre si va al lavoro in auto.

I "Main Titles" dell'album hanno anche ricevuto una nomination agli Hollywood Music in Media Awards del 2015, dandoci molta soddisfazione.

L'album lo potete ascoltare (gratis) qui:

https://thewmachine.bandcamp.com/album/mondo9-soundtrack-ep

Nel 2015 è giunto "Dark Steam Tales" e siamo arrivati a fare la colonna sonora di un fumetto. L'ambientazione nella Londra vittoriana tra horror e steampunk mi ha convinto a usare brani della tradizione irlandese nel nostro ambient elettronico, in un album che mi piace molto.

Il fumetto, già presentato in fiera, è ancora in fase di realizzazione ma le prime tavole sono già visibili sulla pagina facebook a esso dedicata.

La colonna sonora, invece, è già disponibile all'ascolto. La potete trovare qui: https://thewmachine.bandcamp.com/album/dark-steam-tales-official-soundtrack

CONCLUDENDO

Perché vi metto questo lungo elenco di colonne sonore di romanzi e fumetti cui ho collaborato? Non sono peraltro nemmeno il primo a realizzarne, con estrema probabilità. Il mio punto però è che si possono sottolineare romanzi e fumetti proprio come si fa con i film. Anche se, ovviamente, c'è l'ulteriore vantaggio che se una colonna sonora non incontra il nostro gusto personale, ne possiamo ascoltare un'altra leggendolo. Eppure chi ci ha lavorato su ha studiato e bilanciato delle atmosfere che aiutino proprio a evocare nuove immagini, evidenziando scene importanti o stati d'animo.

Vale la pena pensare sempre in termini di colonna sonora anche quando scriviamo o leggiamo?

Beh, sì. E' proprio questo il mio punto.

P.S.: l'anno nuovo vedrà probabilmente una nuova colonna sonora dei TWM, e l'annuncio arriverà presto... Ci stiamo lavorando su e siamo piuttosto eccitati!

Featured Posts
Recent Posts
Search By Tags
Follow Us
  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • Google Classic

seguimi su

  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • c-youtube

© 2014 by Augusto Chiarle.